Consulenza tributaria per privati

Consulenza tributaria e servizi amministrativi per privati

A chi ci rivolgiamo

In tale ambito ci rivolgiamo ai privati, intesi come persone fisiche che non svolgono attività d’impresa o professionale, ma che, in qualità di titolari di un reddito di lavoro dipendente o di pensione, di detentori di beni patrimoniali, o in altra veste ancora,  sono portatori di esigenze amministrative di varia natura, connesse con gli adempimenti fiscali annuali o con altre problematiche inerenti alla gestione del proprio patrimonio o alla propria attività lavorativa.

Rientra in tale ambito di attività anche l’attenzione per le specifiche problematiche fiscali:

  • di soggetti residenti che:
    • percepiscono  redditi di fonte estera quali, ad esempio, redditi di lavoro, di capitale, di natura fondiaria
    • detenendo attività finanziarie e immobiliari all’estero, possono essere soggetti alle imposte patrimoniali su tali attività (IVIE e IVAFE)
    • detenendo attività finanziarie e immobiliari all’estero, devono sottostare ai connessi obblighi di monitoraggio fiscale (compilazione del Quadro RW di Unico)
  • di soggetti non residenti, in relazione al trattamento fiscale dei redditi conseguiti in Italia
  • di soggetti espatriati  che intendono valutare la convenienza a rientrare in Italia in base alle vigenti previsioni normative, in particolare il Decreto Crescita 34/2019.

consulenza tributaria consulenza fiscale rientro cervelli consulenza tributaria consulenza fiscale e tributaria non residenti

consulenza tributariaChe cosa proponiamo

Offriamo assistenza sia nelle incombenze amministrative che più di frequente coinvolgono privati cittadini, sia per esigenze di consulenza non ricorrenti di maggior complessità.

Nel primo ambito troviamo, a titolo di esempio:

  • il supporto negli adempimenti fiscali ricorrenti (Dichiarazione dei redditi, 730, IMU/TASI, ecc.)
  • il supporto negli adempimenti connessi con la gestione di beni immobili locati e non

Nel secondo ambito di attività rientrano quegli interventi connotati da un maggior contenuto di consulenza, sia in ragione della complessità normativa sottostante, sia della specifica situazione del cliente. Essi possono riguardare, esemplificando:

  • la verifica dei requisiti per l’accesso ad agevolazioni fiscali (es. ristrutturazioni edilizie)
  • la verifica del trattamento di redditi di fonte estera, per cittadini residenti
  • la verifica del trattamento di redditi di fonte nazionale, per cittadini non residenti
  • l’assistenza per la verifica dei requisiti per l’accesso alle agevolazioni dei regimi dei “lavoratori impatriati” e del “rientro dei cervelli”
  • l’assistenza nei casi che richiedono interventi di regolarizzazione a fronte, ad esempio, di omessi o insufficienti versamenti d’imposta o di omesso o ritardato invio della dichiarazione dei redditi
  • l’assistenza in caso di accertamenti fiscali
  • l’assistenza per verificare i requisiti di accesso a procedure di dilazione dei ruoli per imposte, sanzioni e interessi
  • l’assistenza per l’accesso a procedure complesse, qual è stata ad esempio la procedura di collaborazione volontaria nota come voluntary disclosure

Si tratta di un supporto di consulenza i cui contenuti sono in continua evoluzione, risentendo delle frequenti modifiche normative.

Anche in considerazione di ciò, per problematiche di particolare complessità operiamo in collaborazione con altri professionisti.

Puntiamo in ogni caso a garantire elevati standard di servizio perché riteniamo che ogni cliente con il quale è stata stabilita una corretta relazione professionale sia meritevole della massima cura, a prescindere dalla “rilevanza economica” che può rivestire in quel momento per il nostro studio.

Focus: Regime agevolato 2020 per lavoratori impatriati e rientro dei cervelli

L’art. 5 del D.L. 34/2019 interviene, ampliandole, sulle agevolazioni previste dall’art. 16 del  D.L. 147/2015 su docenti e ricercatori che rientrano in Italia (il c.d. “rientro dei cervelli”),  sui lavoratori “impatriati”e sugli sportivi professionisti che trasferiscono la residenza in Italia.

Le maggiori/nuove agevolazioni, che troveranno applicazione dal’l 1/1/2020, sono variamente modulate sulle tipologie di beneficiari, ma accomunate da una consistente riduzione della base imponibile che può giungere fino al 90%, determinando quindi un imponibile fiscale che nei casi più favorevoli può essere il 10% di quello che si avrebbe con il regime ordinario di tassazione.

Per  godere di tali agevolazioni – che possono riguardare cittadini italiani o di altri paesi dell’UE – è necessario soddisfare determinati requisiti, la cui presenza deve essere attentamente vagliata.

Il nostro Studio offre consulenza in materia.

rientro cervelli