Audit Horizon 2020 e controlli primo livello

audit programmi europei

Audit Horizon 2020  e controlli primo livello

Audit Horizon 2020 e controlli primo livello 

Le complesse procedure che governano l’accesso e l’erogazione dei contributi  europei prevedono anche un’attività di audit e certificazione, che può riguardare:

  1. le spese rendicontate dal beneficiario e per le quali si chiede l’erogazione del contributo
  2. le metodologie di rendicontazione adottate, ovvero le procedure adottate dal beneficiario per rilevare i costi oggetto di rendicontazione.

Nel primo caso si parla di certificazione ex post, trattandosi di attività volta ad accertare la correttezza delle spese richieste a contributo dal beneficiario. A seconda dei programmi, questo tipo di audit può svolgersi in momenti diversi e con il coinvolgimento di soggetti diversi, fino a chiamare in causa – in alcune circostanze di particolare criticità – l’organismo europeo di lotta alle frodi (OLAF). Quello che qui ci interessa – e su cui è impegnato il nostro studio – è il cosiddetto audit di primo livello, che il beneficiario di un contributo europeo deve attivare all’atto della rendicontazione delle spese, per garantirne l’ammissibilità rispetto alle regole del programma di riferimento (Horizon 2020, Life+, Interreg, o altri).

Nel secondo caso si parla invece di certificazione ex ante, avendo per oggetto non la spesa sostenuta, ma la metodologia adottata per rendicontare determinate categorie di  costi di cui si chiede il rimborso. L’esempio più significativo, anche se non l’unico, riguarda la metodologia di determinazione dei costi medi di personale in Horizon 2020.

audit horizon 2020  audit horizon 2020  audit horizon 2020  audit horizon 2020  audit horizon 2020  audit horizon 2020  audit horizon 2020  audit horizon 2020 

I nostri servizi:


Controlli di primo livello

Certificazione della metodologia

 

audit horizon 2020